ESCURSIONI: I DINTORNI DI SIENA

 

Piccoli borghi medievali compaiono all’improvviso tra le colline di Siena, attirando lo sguardo come una visione inaspettata. Un susseguirsi di gioielli di arte e architettura ancora intatti, nonostante gli assalti dei turisti. San Gimignano, Pienza, Montepulciano, Bagno Vignoni, Montalcino, Monteriggioni, San Galgano e molti altri distano meno di un'ora da Siena. Pare sempre che quello che si è appena visitato sia il più bello e perfetto, salvo poi ricredersi alla prossima meta. I dintorni di Siena sono il viaggio o il week end ideale per chi ama guidare senza traffico, godendosi il paesaggio. Le delizie gastronomiche completano la visita di questi luoghi: il pecorino di Pienza, il Nobile di Montepulciano e il Brunello di Montalcino, l’olio e i salumi di "cinta". Ogni borgo ha qualcosa da offrire, anche se molte volte è il paesaggio della natura ad essere il più ammirato.

 

MONTEPULCIANO

Montepulciano è una città medievale della provincia di Siena.
Vicino a Pienza, è a 70 km da Siena, la città sulla collina (a 605 m di altezza) è famosa per il vino Vino Nobile di Montepulciano. Entrando dalla porta principale della città  inizia un viaggio nel tempo, tra Medioevo e Rinascimento, che si conclude sulla cima del borgo in Piazza Grande. Questa piazza è il cuore di Montepulciano, luogo dove si incontrano turisti e "poliziani" cioè gli abitanti di Montepulciano. La piazza è contornata da diversi palazzi: il trecentesco Palazzo Comunale, che ricorda nella torre e nel coronamento merlato il Palazzo della Signoria di Firenze; il Palazzo Contucci, e quello Nobili-Tarugi, rivestito in travertino. Accanto a quest’ultimo palazzo c’è il Palazzo del Capitano del Popolo e di
fronte il pozzo dè Grifi e dei Leoni dalle eleganti forme rinascimentali. Nel Duomo si possono ammirare il trittico dell’Assunzione ad opera di Taddeo di Bartolo e la Madonna col Bambino di Sano di Pietro. Nel percorso lungo la Piazza si attraversano strade con palazzi nobiliari e tante, tante botteghe che vendono il famoso vino nobile e specialità gastronomiche locali.
Uscendo dal paese in direzione di Pienza si puo visitare la bellissima chiesa Rinascimentale San Biagio, di Antonio da Sangallo. Qui potrai spendere il tuo tempo camminando per le strade con la sensazione di essere ancora nel periodo Medievale. Indicazioni stradali
 

SAN GIMIGNANO

San Gimignano deve la sua fama alle famiglie rivali che per anni hanno cercato di superarsi reciprocamente costruendo torri sempre più alte. Delle originarie 76 torri solo 13 sono arrivate ad oggi. Queste compaiono come un miraggio già da molti chilometri di distanza. Spuntano tra le colline senesi offrendo lo stesso panorama che avrebbe visto un viaggiatore del Medioevo. Si entra nel borgo da una delle due porte, e subito si è catapultati in un’atmosfera medievale, nonostante il viavai di turisti di tutto il mondo. Una sola strada principale si arrampica verso la piazza della Cisterna per poi tornare a scendere. Splendidi gli affreschi del Duomo e della Chiesa di Sant’Agostino, senza dimenticare di visitare i capolavori conservati nel Museo Civico del Palazzo Comunale. Una

sosta interessante lungo il percorso sono le due sedi del Museo della Tortura. Da non dimenticare di assaggiare il vino tipico di questo paese: la Vernaccia di San Gimignano. Indicazioni stradali

 

MONTALCINO

Posto su un incantevole collina a 564 mt sul livello del mare, domina le valli dell'Ombrone e dell'Asso. La fortezza fù costruita nel punto più alto della città nel 1361 ha struttura pentagonale ed è stata progettata dagli architetti senesi, Mino Foresi e Domenico di Feo. Le mura della città furono costruite nel XIII secolo e all'interno si possono ammirare ammirare il Palazzo Comunale, il Palazzo Vescovile, sede dei musei di Montalcino in cui sono custodite importanti opere dell’arte senese dal XII al XIX secolo; ed ancora le Chiese di Sant’Agostino, Sant’Egidio e San Francesco. Ciò che ha reso il territorio di Montalcino famoso in tutto il mondo è la coltivazione delle uve dalle quali si ricava la produzione di vini, come il Rosso di Montalcino, il S. Antimo ed il celeberrimo Brunello. A soli 9 km da Montalcino sorge l’Abbazia di Sant’Antimo, voluta da Carlo Magno nel 781. Indicazioni stradali

 

ABBAZIA DI SANT'ANTIMO

Secondo la leggenda, l'Abbazia sorse su una antica cappella votiva fatta erigere da Carlo Magno nel 781 d.C., anche se la costruzione viene fatta risalire negli anni a cavallo tra il 1000 e il 1118. Straordinario esempio di architettura romanica lombardo-francese costruita in onice e alabastro, l'Abbazia di Sant'Antimo rivela la sua eccezionalità nell'abside formata esternamente da cappelle radiali, nel lungo ambulacro interno, così come nei capitelli decorati ad intrecci geometrici, motivi floreali e figure di animali, tra cui spicca quello raffigurante Daniele nella fossa dei leoni attribuito recentemente al Maestro di Cabestany. L'ingresso della chiesa è gratuito. La chiesa non può essere visitata durante le funzioni religiose. Orario visite:
giorni feriali: 10.15-12.30 e 15.00-18.30; domenica e festivi: 9.15-10.45 e 15.00-18.00. Indicazioni stradali

 

MONTERIGGIONI

Il Castello di Monteriggioni, ad appena 15 km a nord di Siena, venne edificato a partire dal 1213 a spese della Repubblica di Siena intorno ad una fattoria Longobarda preesistente allo scopo di sbarrare la strada ai fiorentini, nelle lunghe guerre fra le due città. La famosa citazione di Dante nel XXXI canto dell’Inferno “...Monteriggion di torri si corona" è stata ripresa per dar nome alla più importante festa medievale del paese che si tiene tutti gli anni nei primi dieci giorni di luglio quando all'interno delle mura rivive il Medioevo: gli abiti, i combattimenti, i saltimbanchi, i musici, i giocolieri, le botteghe degli artigiani e per finire le monete (il Grosso) che vanno cambiate all'ingresso del castello  hanno un rigoroso sapore medievale. Indicazioni stradali

 

SAN GALGANO E LA SPADA NELLA ROCCIA

L'abbazia di San Galgano è un'abbazia cistercense con pianta a croce latina a tre navate lunga 71m e larga 21m, sita ad una trentina di chilometri da Siena, nel comune di Chiusdino. Edificata nel 1218 presenta le mura esterne ancora intatte ma senza tetto e con il pavimento ricoperto di erba e muschio. Tutto ciò crea una cornice suggestiva adatta a concerti estivi organizzati in collaborazione con l'Accademia Musicale Chigiana. A pochi passi sorge l'eremo di Montesiepi all'interno del quale si trova la spada nella roccia. Secondo la leggenda, nel giorno di Natale del 1180, Galgano Guidotti al momento della conversione e prima di ritirarsi a vita eremitica, avrebbe infisso nella roccia la sua spada, allo scopo di trasformare l'arma in una croce. Indicazioni stradali

 

PIENZA

Pienza è una città Rinascimentale nel cuore della Val d'Orcia, a 57 km da Siena. La sua storia è strettamente legata a quella di Enea Silvio Piccolomini diventato Papa nel 1458 col nome di Pio II. E' Questi infatti che affidò a Leon Battista Alberti il compito di trasformare il piccolo borgo medievale di Corsignano nella Città Ideale del Rinascimento, un borgo che fosse diverso e più bello di Siena, da cui la sua famiglia era stata mandata via. Prodotto tipico locale è il famoso formaggio "Pecorino di Pienza". Pienza è stata dichiarata dall'UNESCO Luogo di Eredità Mondiale nel 1996.
Indicazioni stradali

 

V.le Europa 12 - 53100 Siena - Telefono +39 0577 46055  - Fax +39 0577 247907
 info@palacehoteldueponti.com  -  P.IVA 01016300525
Coordinate GPS 43°18'29.30''N - 11°21'41.80''E